Servizio….Questo sconosciuto!

Ormai l’estate e quindi le vacanze sono solo un ricordo. Tutti, chi più o chi meno, abbiamo usufruito, in maniera e modi differenti, di servizi alberghieri. Anche io. E non so se anche a voi, come me, abbiate trovato che il servizio ricevuto, trattasi di Bar, Ristoranti, Alberghi o quant’altro, sia, in generale, mediamente scarso o perlomeno non all’altezza! Oggi, nel campo alberghiero, tutto è stato rivalutato e messo al passo coi tempi. Oggi non ci sono i Ristoranti Stellati ma gli Chef Stellati, non le Birrerie ma i Ristopub, Pancaffè, Barlibrerie, Apericena ed anche i Baracchini di una volta adesso sono diventati Street-food! E il Servizio?…….. Ahimè, come dicevo prima, mediamente scarso! Ogni volta che, per esempio, vado in un ristorante mi chiedo se il cameriere provenga dalla Scuola Alberghiera. Di solito mi aspetto che mi vengano descritti i piatti serviti ma difficilmente ciò avviene e dunque chiedo informazioni supplementari su ciò che andrò a mangiare.  per deformazione personale (Sigh!), Quando, nel 1980, frequentavo la Scuola Alberghiera, in Italia, circolavano ancora le lire, c’era la “Milano da Bere” e si viveva senza Smartphone!. Tutto ciò non esiste più. Il mondo, giustamente va avanti. Oggi siamo tutti connessi, c’è l’Euro, la Milano da Bere solo un ricordo, e…. la Scuola Alberghiera?

Voglio essere onesto. Non so come funziona oggi la Scuola Alberghiera, ma posso dirvi come era un tempo. Innanzitutto l’anno scolastico finiva ai primi di Maggio. Ciò per permettere a noi studenti di Sala-Bar e Cucina di fare esperienza sul campo e solitamente in grandi alberghi. Qui imparavi l’arte ( perchè di arte si tratta! !) del servizio, la cura del cliente e le adeguate conoscenze per capire,  intervenire ed essere sempre all’altezza delle molteplici situazioni che possono venirsi a creare durante un servizio. C’erano le brigate di Sala, dal Maitre  allo Chef de Rang, al Commis di Sala e via dicendo. E oggi??!?… E qui arriva la ragione di questo articolo; Personalmente ovunque vada, dal ristorante chic o finto-chic, Bar, Pub, Risto-truck ecc. ecc. mediamente trovo il Servizio scarso e con camerieri impreparati, improvvisati e, a volte con scarsa conoscenza della lingua Italiana.

Buon Natale

BOOM delle Birre di Natale e più in generale boom della birra che dura oramai da qualche anno. Ma lunga è la strada per capire a fondo il mondo birra e la birra stessa. Degustazione, abbinamenti, bicchieri, temperatura, sono solo alcuni degli aspetti che un neofita, ma anche chi si “professa intenditore”, che bisogna approfondire per gustare appieno questa famosa e antichissima bevanda. Se volete saperne di più seguite il blog sul sito Vecchia Brianza.it o sui maggiori social (instragam – facebook). A presto dunque, con un grandissimo augurio di buon Natale e buone feste dal vostro Vate Dispensatore.

BUONI PROPOSITI

Come ad ogni inizio anno molte persone mettono in atto i “Buoni Propositi” per l’anno che verrà.  Bene,  i Buoni Propositi per la V.B. consistono nel passaggio dall’Analogico al Digitale.  Ad iniziare dal Gestionale passando dai Social e finendo ai Pagamenti Elettronici. Come molti sanno, oltre al Sito, siamo presenti sul Web con fb e da pochi giorni siamo sbarcati anche su Instagram e a breve, per chiunque volesse, ci sarà il gruppo V.B. su WhatsApp! Buona Digitalizzazione a Tutti!!

Il Vate Dispensatore

 

Il Santo Natale (Finalmente)

Ci siamo, il  Natale è alle porte, la fine dell’anno è alle porte. Il 2017 ci saluta mentre il 2018 ci attende, finalmente.           Finalmente perchè è dal mese di Ottobre quando ancora si aveva in mente le vacanze estive, che in alcune realtà commerciali apparivano i primi addobbi natalizi!!. Per chi, come me, il Natale è tradizione, vedere i festoni natalizi due mesi prima del tempo, mi lascia un pò perplesso. Comunque anche quest’anno potrete degustare le Birre Natalizie. Potrete trovare molte produzioni pregiate da bere o da regalare agli amici più cari. Buon Natale e Buone Feste.                              Il Vate Dispensatore

SLOW FOOD .. ECCELLENZE .. O COSA? -Viaggio fra i luoghi comuni-

Per me la parola slow food ha sempre significato ed è sempre stata in contrapposizione al fast food  così come lo si intente per luoghi comuni oggi. Il mangiare veloce in contrapposizione al “prendersala comoda”, per riuscire a mantenere i ritmi vorticosi della vita odierna. Qualche giorno fa, a seguito di un invito, sono andato in visita alla kermesse “chees” che si svolge in quel di Bra e qui ho (ri)scoperto tutto il movimento che ruota intorno alla parola slow food. Cibi genuini, difesa e divulgazione delle patriottiche e non solo tradizioni agricole ed enogastronomiche, eccellenze appunto. Piccole produzioni con grandi riconoscimenti con il limite, però, della scarsa, ed in alcuni casi inesistente, reperibilità sul mercato. In questo contesto ho voluto dar voce e testimonianza a tutto ciò mettendo a disposizione del cioccolato per degustazioni proveniente dalle Isole Sao Tomè e Principe nel Golfo di Guinea. Per scoprire che il cacao puro non è amaro come contrariamente si pensa e perciò usciamo fuori dai luoghi comuni!!

BLACK DAMNATION SERIES

La storia della serie delle birre  Black Damnation inizia nel 2007 quando uno dei titolari di un premiato risto-pub Americano contatta il birrificio Struise chiedendo una birra speciale da proporre ai propri clienti in occasione del terzo anniversario del locale in concomitanza del Belgian Beer Festival. Al birrificio decisero di produrre,  per l’occasione, una birra completamente nuova dedicandola al re Alberto II. Nasce così la BLACK ALBERT.  La birra, manco a dirlo, ebbe un enorme successo. Percui al birrificio decisero di  Leggi tutto “BLACK DAMNATION SERIES”

Digitalizzazione della Qualità (?)

Diciamocelo, tranquillamente, senza se e senza ma:  Il mondo si sta avviando alla digitalizzazione globale. I sistemi computerizzati ci diranno cosa fare e cosa no, ciò lo si può già percepire anche oggi; Automobili che parcheggiano da sole; Navigatori che ci dicono dove andare; App che, a seconda del tempo, ci dicono come vestirci. Ecco, io ho immaginato una App che attraverso la Leggi tutto “Digitalizzazione della Qualità (?)”